Ricerca:
Lingue: Italiano English

"Trail Of Intuition", quarto album da solista del cantautore danese Jacob Bellens in uscita il 23 marzo per hfn music
18.01.2018
 

DOPO L’ECCELLENTE “POLYESTER SKIN” – USCITO NEL 2016 E CONTENENTE IL SINGOLO ‘UNTOUCHABLE’ – IL MUSICISTA E PRODUTTORE DANESE JACOB BELLENS TORNA CON UN NUOVO ALBUM.

“TRAIL OF INTUITION” SARÀ DISPONIBILE DAL 23 MARZO SU ETICHETTA HFN.

ANTICIPATO DAL SINGOLO ‘RENEGADE’, DISPONIBILE DAL 26 GENNAIO, DA CUI SARÀ TRATTO UN VIDEO CON LA REGIA DI ALEXANDER OHRT.

 

Sin da quando aveva cinque anni, fare musica per Jacob Bellens significa creare un universo parallelo. È il suo spazio privato, dove poter essere sé stesso e ritirarsi, senza preoccuparsi del resto. Fuori da questo universo il musicista di Copenhagen ha pubblicato numerosi brani e dischi, sia con le sue precedenti band - I Got You On Tape e Murder - sia come solista.

“Trail Of Intuition” è il suo quarto album da solista e il secondo che esce su hfn music. Diversamente dalle tracce contenute nel precedente album “Polyester Skin”, scritte per lo più con piano e chitarra prima di essere spedite al produttore Kasper Bjørke per il missaggio finale, Bellens ha scritto tutti i brani di “Trail Of Intuition” col suo computer. Lo si poteva trovare con le sue cuffie davanti ad un portatile in un caffè di Copenhagen intento nella programmazione e nella pre-produzione delle canzoni. La produzione finale è stata affidata in larga parte a Rune Borup, che il cantautore conosce dai tempi degli I Got You On Tape e al suo amico Lars Iversen (The Asteroids Galaxy Tour), con cui Bellens ha collaborato per il progetto Goblins.

Il nuovo album è una collezione di istantanee dell’intero ventaglio di sentimenti per cui Bellens si immerge nelle proprie esperienze. Usando le parole dello stesso cantautore danese ogni mia canzone mi vede descrivere la mia vita, anche quando la descrivo come qualcosa che può sembrare senza senso

Ogni esperienza – felice o triste che sia – può servire da stimolo; osservazioni in pubblico, un improvviso cambio di umore e anche un più generale senso di impotenza riguardo a ciò che sta accadendo nel mondo sono tematiche riportate nella traccia ‘Europe’s Burning’. Siamo sempre di fronte a Bellens che osserva la realtà esterna dal suo intimo, stavolta però in maniera più profonda rispetto al passato.

Con una significativa focalizzazione sul pop, un groviglio di synth elettronici e una struttura dei brani molto orecchiabile – oltre ad un tono scanzonato accompagnato da testi ambigui – “Trail Of Intuition” suona contemporaneamente gioioso e malinconico. La luce e l’oscurità coesistono, ma gli argomenti (spesso bizzarri e pacati) delle tracce di Bellens tendono generalmente al lato luminoso.

La traccia di apertura ‘Sunrise In East’ è stata scritta anni fa, ai tempi degli I Got You On Tape, ma la sua stesura non era stata, sin qui, ultimata. Il brano combina calde sonorità del piano con fantasie semi-psichedeliche e tratta sia tematiche personali (la sua permanenza nella band) sia pensieri più ampi, tipo gli effetti di una possibile guerra nucleare.

‘Renegade’, primo singolo tratto dal disco la cui uscita è prevista il prossimo 26 gennaio, riguarda l’esperienza della perdita di una persona cara e la paura di perderne altre, ma più approfonditamente tratta della differenza tra ciò che si è e ciò che sognavamo di essere quando eravamo giovani. Il fatto che chiunque possa ritrovarsi in pensieri di questo tipo e il sound decisamente orecchiabile, fanno sì che il brano entri facilmente in testa. Nonostante il testo sia uno dei più cupi dell’album, il ritmo elettronico le conferisce un’aria ottimistica e piena di speranze.

Mentre ‘All The Songs’ e ‘Sound Of Laughter’ sono sotto molti punti di vista classiche canzoni d’amore, ‘Brick By Brick’ si concentra sull’amore verso la musica e specialmente nei riguardi del processo di creare e fare musica tutti i giorni.

‘Friday’ è probabilmente una canzone che suona come fosse suonata da una band e parla del desiderio di essere altrove, della voglia di fare i bagagli e partire ma di non poterselo permettere.

‘One Of A Kind’ è un brano che Bellens ha scritto prima di pubblicare il suo primo album solista ma di cui non aveva mai registrato una versione che lo soddisfacesse. Molti anni dopo la suonò dal vivo con, casualmente, Kasper Bjørke tra il pubblico che poi lo incoraggiò a registrarla. Riguardo a questa traccia Bellens dice pensavo che avesse bisogno di una diversa produzione, quindi ho fatto ciò che faccio spesso, ho scritto una canzone gemella tentando di creare una differente versione dello stesso brano. È così che è nato anche ‘Untouchable’, il singolo estratto dal precedente album “Polyester Skin” divenuta poi una hit – in Italia, sorprendentemente per una ballata, ha addirittura avuto una diffusione virale tra le maggiori emittenti radiofoniche. ‘One Of A Kind’ è stato quindi il modello per ‘Untouchable’, non a caso si possono sentire le connessioni tra queste due canzoni, entrambe intrise di una simile atmosfera oscura e ritmata.

Nel suo universo musicale Jacob Bellens è un Re. Con “Trail Of Intuition” il cantante danese ha fatto per la quarta volta capolino per raccontare la sua storia confezionandola con sonorità orecchiabili in bilico tra influenze elettroniche e musica synthpop, usando la sua caratteristica voce per riflettere sul viaggio della vita.

 

TRACKLIST “TRAIL OF INTUITION” LP/CD (23.03.2018)
A1 / 01. Sunrise in East 
A2 / 02. Renegade 
A3 / 03. All The Songs 
A4 / 04. More Than Anything 
A5 / 05. Friday 
B1 / 06. One Of A Kind 
B2 / 07. Trail Of Intuition 
B3 / 08. Europe’s Burning 
B4 / 09. Brick By Brick 
B5 / 10. Sound Of Laughter

TRACKLIST “RENEGADE” (26.01.2018)
01. Renegade


« | Indietro