Ricerca:
Lingue: Italiano English
 
BURZUM

Sol Austan, Mani Vestan

Prezzo: € 23,90
  • Etichetta PLASTIC HEAD
  • Formato 2 LP
  • Data uscita 27.05.2013
  • BarCode 803341393776
IL NUOVO LAVORO DELLA PIU’ FAMOSA ED INFLUENTE BAND DEL BLACK METAL NORVEGESE !!!
 
BURZUM è la BLACK METAL one–man band norvegese per eccellenza, fondata dal musicista VARG VIKERNES (aka Count Grishnackh) nel 1991 e diventata famosa per le gesta di cronaca del personaggio, per le sue interviste controverse e, soprattutto, per uno dei più duri e gelidi esempi di BLACK METAL nordico mai suonato !
“SOL AUSTAN, MANI VESTAN” è il titolo dell’ UNDICESIMO album di BURZUM, ed è un lavoro che vede l’ artista ritornare al genere AMBIENT dei dischi “Daudi Baldrs” e “Hlidskjaft”, registrati durante il soggiorno forzato negli istituti correzionali norvegesi.
“Sol Austan, Mani Vestan” (Est del Sole, Ovest della Luna) è stilisticamente vicino ai precedenti album AMBIENT, riprendendo le idee dei brani "Tomhet", "Han som reiste" e "Channelling the power of Minds into a new God", ma con un’ atmosfera più da colonna sonora. Non a caso alcuni brani sono stati usati per il film “ForeBears” realizzato dall’ artista insieme a Marie Cachet.
Varg Vikernes descrive così il disco : “Sol Austan, Mani Vestan” contiene un ora di MUSICA ELETTRONICA STRUMENTALE che può essere descritta come rilassante, con andamento lento, contemplativa e senza dubbio originale. Con il progetto Burzum continuo a descrivere il concept pagano religioso-spirituale della discesa nelle tenebre e la seguente risalita di nuovo verso la luce; L’ iniziazione pagana, l’ elevazione dell’ Uomo verso il Divino, l’ illuminazione della mente e l’ alimentazione della luce elfica nell’ uomo”.
Lista brani:
1. Sol austan (East of the Sun);
2. Runar munt bu finna (You shall find Secrets);
3. Solarras (Sun-journey);
4. Haugaeldr (Burial Mound Fire);
5. Fedrahellir (Forebear-Cave);
6. Solargudi (Sun-god);
7. Ganga at solu (Deasil);
8. Hid (Bear's Lair);
9. Heljarmyrkr (Death's Darkness);
10. Mani vestan (West of the Moon);
11. Solbjorg (Sunset).
 
« | Indietro