Ricerca:
Lingue: Italiano English
 
KING OF THE OPERA

Nothing Outstanding

Prezzo: € 11,90
  • Etichetta TROVAROBATO
  • Formato COMPACT DISC
  • Data uscita 12.11.2012
  • BarCode 8016670114246
ALBERTO MARIOTTI METTE DA PARTE LA SUA CREATURA SAMUEL KATARRO ED AVVIA UNA NUOVA CARRIERA COME KING OF THE OPERA, NOME ALTRETTANDO INGOMBRANTE MA SICURAMENTE PIÙ FACILE DA PORTARE RISPETTO AL PRECEDENTE!
LA CLASSE INVECE È RIMASTA IMMUTATA ED ALBERTO CI CONSEGNA UN ALTRO DISCO DAVVERO DAVVERO BELLO
 
FILE UNDER: ROCK / FOLK / PSYCHEDELIA
 
Dopo l’annuncio di qualche mese fa ed il debutto sul palco del S. Miguel Primavera Sound Festival a Barcellona ecco il disco che sancisce l’ibernazione del progetto Samuel Katarro ed una nuova fase nella carriera di Alberto Mariotti. KING OF THE OPERA è la sua nuova creatura musicale e “Nothing Outstanding” un disco che apre nuovi sentieri musicali nella carriera artistica del musicista toscano.
Alberto Mariotti ci ha già abituato a repentini cambi musicali; lo aveva fatto dopo il grande successo di critica che aveva accolto il suo debutto come Samuel Katarro, “Beach Party”, disco scarno ed oscuro, confuso spesso con un blues malato, che abbagliava la vista di chi ha avuto la fortuna di vedere le performance in solo (voce e chitarra) di un giovanissimo debuttante che sul palco riusciva a trasformarsi in un gigante. Chi si aspettava un secondo album in linea col primo rimase sorpreso perché con “The Halfduck Mystery”, uscito in collaborazione tra La Famosa Etichetta Trovarobato ed Angle Records nell’aprile del 2010, insieme a Francesco D’Elia e a Simone Vassallo ha reso un inconsapevole omaggio agli anni ’60, affinando le capacità di arrangiamento di questo combo compatto. Il lungo tour che ne era conseguito era poi stato fotografato in una sorta di bootleg ufficiale “Live at The Place” un documento che aveva il pregio di mettere in luce la carica che il trio sprigionava sul palco anche per le curiose ed “energiche” rivisitazioni dei brani originariamente acustici del primo album.
Adesso è giunto il momento di mettere sullo scaffale tutti i premi ed i riconoscimenti acquisiti con l’alter ego Katarro, nome curioso ed ingombrante che ha fatto conoscere in tutta Italia la creatività fuori dagli schemi del giovane musicista toscano.
Il viaggio ricomincia e per la sua nuova avventura musicale Alberto Mariotti ancora insieme ai suoi affiatati compagni di strada, sceglie il moniker KING OF THE OPERA con l’ambizioso obiettivo di voler portare una contaminazione musicale ad ampio raggio nell’apparentemente ristretto formato canzone. In Mariotti forte è la consapevolezza della peculiare caratteristica di
questo trio e della sua originale efficacia sia in fase di composizione e arrangiamento e ancor più nelle esibizioni dal vivo. Una carica generata sia dal grande affiatamento, sia dal violento contrasto dovuto alle loro diverse provenienze musicali. La formazione classica e l’interesse per le avanguardie novecentesche di Wassilij Kropotkin (violino, chitarra e tastiere), l’approccio “africano” e decisamente anti-rock di Simone Vassallo (batteria), lo stile chitarristico percussivo e una particolare sensibilità soul (nel senso più ampio del termine) nella voce di Alberto Mariotti creano una miscela tanto straniante quanto comunicativa. La sintesi di queste esperienze musicali è un ibrido onnivoro dalle mille sfaccettature e in continua mutazione, il cui punto di forza è proprio la ricerca del contrasto tra generi apparentemente inconciliabili, tra blues-punk deforme, stralunate folk-ballad e digressioni nella psichedelia più acida ed estrema.
 
Il Disco
Nothing Outstanding, il primo album di KING OF THE OPERA, prodotto ancora una volta da La Famosa Etichetta Trovarobato, in uscita il 12 Novembre, dopo la conclusione del primo vero e proprio tour all’estero della band, è una raccolta di canzoni di genere “mascherato”, in cui l’amalgama di linguaggi differenti (psych-folk, ambient music, colonna sonora noir) diventa una precisa scelta espressiva, al di là di qualsiasi tentazione revivalistica.
Nothing Outstanding utilizza un ampio arco di mezzi espressivi per tracciare, anche nelle liriche, un ritratto del disorientamento proprio della condizione umana, che diventa di volta in volta fisico, psichico, geografico, metafisico. La voce di Mariotti, in continua trasformazione, guida i brani su per tortuose salite emotive e picchi di estrema perdizione ma anche di inaspettata dolcezza.
Nothing Outstanding mantiene musicalmente la varietà stilistica dei precedenti lavori ma con una maggiore coerenza, grazie ad una struttura che favorisce un ascolto decisamente più fluido e meno schizofrenico, è idealmente diviso in due parti: la prima più impressionista e a tratti disincantata, la seconda decisamente più cupa e violenta. L’album segue, per tutta la sua durata, un flusso emotivo discendente e passa dall’apparente vivacità di Worried About e The Floating Song e la delicata introspezione di GD e Nothing Outstanding, alla malinconia di Heart of Town, fino a indulgere nelle atmosfere morbose di Nine-legged Spider e Pure Ash Dream. L’iniziale Fabriciborio e la conclusiva The Halfduck Misery sono gli episodi che meglio rappresentano le due opposte anime del disco. Sotto il profilo formale è stato scelto di adottare regole ben definite di modo che il disco (suonato interamente ed esclusivamente dai tre, senza basso, campioni e strumenti elettronici) risultasse il più possibile fedele alle esecuzioni dal vivo, mantenendo intatta la
carica emotiva dei brani, che risultano sicuramente più diretti e spontanei rispetto al passato.
 
Nothing Outstanding è stato registrato e mixato da Marco Olivi  al Blue Spirit Studio e al Che Studio! di Milano e prodotto da KING OF THE OPERA e Marco Olivi.
 
 

I clienti che hanno acquistato questo articolo hanno acquistato anche:

Scavenger Bride, The

...

  • Etichetta PROJEKT
  • Formato COMPACT DISC
  • Data uscita 01.05.2002
Blitzkrieg

I Wallenstein vantano una carriera discografica ultradecennale in cui hanno affrontato vari stili musicali, partendo dal krautrock degli esordi reminiscente di Amon Dűűl II e Can, fino al rock sinfonico e allo space-rock degli ultimi anni della loro esistenza. Meritano un posto di rilievo ...

  • Etichetta OHR/PILZ
  • Formato COMPACT DISC
  • Data uscita 10.03.2014
A Serious Talk

 “A SERIOUS TALK” È IL DISCO D’ESORDIO DEI PIEMONTESI OLLA. UN IMPASTO SONORO DI UMORI AUTUNNALI E CANZONI DAI RIMANDI POP SU UN TESSUTO FATTO DI INDIE ED ELETTRONICA, CHE SA GUARDARE OLTRE I CONFINI NAZIONALI SENZA MAI PERDERE DI VISTA LA FORMA CANZONE.   FILE ...

Pilgrim's Progress

ESCE IL NUOVO DISCO DELLA BAND INGLESE, DOPO UN INTERVALLO DI TRE ANNI DAL PRECEDENTE “STRANGEFOLK” CHE FU SEGUITO DA UN TOUR DI QUASI DUE ANNI. “PILGRIM’S PROGRESS” È IL QUARTO ALBUM DELLA BAND GUIDATA DA CRISPIAN MILLS, UN LAVORO RICCO DI IMMAGINAZIONE E DI ...

  • Etichetta STRANGEFOLK
  • Formato COMPACT DISC
  • Data uscita 16.09.2016
Death Dreams

SECONDO ALBUM PER IL POWER DUO CANADESE AD UN SOLO ANNO DI DISTANZA DAL DEBUTTO “MEET ME AT THE MUSTER STATION”   FILE UNDER: ROCK   Secondo album per Il Power/Noise rock duo dell’Ontario formato da Paul Saulnier e Benjamin Nelson questo ad Un Solo Anno Di Distanza ...

Black Hearts In Black Suits

BLACK HEARTS IN BLACK SUITS : UN INCONTRO FIGLIO DI UNA LUNGA SEPARAZIONE. SETTE ANNI DOPO IL TANTO ACCLAMATO ARMAGEDDON GIGOLO’, LE STRADE DI SIMONE SALVATORI E STEFANO PURI TORNANO AD INCROCIARSI. SIMONE SALVATORI PRESTA LA SUA VOCE E LA SUA INTERPRETAZIONE (MAI COSÌ INTENSA E ...

  • Etichetta RUSTBLADE
  • Formato COMPACT DISC
  • Data uscita 02.12.2013
 
« | Indietro