Ricerca:
Lingue: Italiano English
 
CHIMENTI, ANDREA

Il Porto Sepolto

Prezzo: € 11,90
  • Etichetta SANTERIA
  • Formato COMPACT DISC
  • Data uscita 23.06.2014
  • BarCode 8016670107071
IL DISCO VIENE RISTAMPATO IN OCCASIONE DEL CENTENARIO DELLA GRANDE GUERRA 1915/1918, A CUI GIUSEPPE UNGARETTI PRESE PARTE COME VOLONTARIO ARRUOLANDOSI NEL 19° REGGIMENTO DI FANTERIA
GRAN PARTE DELLA SUA PRODUZIONE PIÙ IMPORTANTE NASCE
IN QUEGLI ANNI DI GUERRA VISSUTI IN TRINCEA
PER QUESTA OCCASIONE È STATO CONCESSO IL PATROCINIO DELLA PROVINCIA DI GORIZIA E DI CARSO 2014
 
FILE UNDER: ANDREA CHIMENTI / MUSICA D’AUTORE
 
RISTAMPA DELL’ALBUM DI CHIMENTI FUORI CATALOGO DA OLTRE 10 ANNI
 
Comunicato stampa originale del Febbraio 2002 :
Oggi siamo così abituati a vivere le apparenze del nostro quotidiano che la poesia sembra non trovare più un suo spazio. La poesia appare a molti come qualcosa di slegato dai nostri ritmi. Non abbiamo tempo di soffermarci sugli avvenimenti e sulle cose e non riusciamo più a leggere i significati che nascondono. Ogni significato nel nostro vivere è stato sapientemente velato da un caos sempre più violento e pigramente abituati non reagiamo pensando che in fin dei conti questa è la vita, e se così deve essere, l'unica cosa che possiamo fare è navigarla solcando le sue acque più a lungo possibile. Così passano gli anni e tante meraviglie sotto i nostri occhi senza che ce ne accorgiamo, sempre intenti a inseguire i nostri progetti cercando di piegare la realtà a ciò che vorremmo e sempre tristi perché questa mai coincide con le nostre aspettative. Camminiamo guardando in terra e lo sguardo non si alza mai oltre, perchè il cielo sembra qualcosa che non ci appartiene, è solo un peso sulle nostre teste. Forse con questo scuro sentimento mi sono avvicinato alla poesia, con la notte dentro, perché è nella notte che si coglie la luce, solo nella notte.
 
Tutto è cominciato qualche anno fa quando Franco Di Francescantonio (attore che stimo) mi ha chiesto di musicare una poesia per un suo spettacolo; la mia scelta è caduta su "Vanità" di Giuseppe Ungaretti. Con un po' di pudore ho provato a cantarla con la paura di profanare qualcosa che non era nato per la canzone, ma quando mi sono accorto che tutto scorreva così naturalmente e che le note potevano divenire un nuovo veicolo per quelle parole così intense, mi sono lasciato andare e così sono nate nove canzoni. Ungaretti parla con la voce del cuore, l'unica voce che può attraversare il muro delle apparenze, il muro della presunzione umana restituendo così la nostra vera realtà fatta di fango e che pur non potendo essere guarita, Ungaretti riesce ad innalzare grazie all'umiltà e ad una profonda consapevolezza. La grande poesia è l'arte del raccontare cosa sta dietro, cosa si muove dentro, cosa scorre sotto e cosa passa al di sopra delle cose, dei nostri pensieri, azioni. Oggi si racconta spesso con parole e immagini che racchiudono il vuoto e io mi sento stanco, ho bisogno di ritrovare significati, di tornare alla fonte della buona acqua dove tutto ti parla, dove si passa dal distratto sentire all'ascolto e dall'ascolto al profondo sentire.
 
Grazie a Giuseppe Ungaretti e grazie alla figlia Annamaria che con tanta gentilezza mi ha accordato il permesso di utilizzare le poesie del padre. Il mio canto non ne è certo all'altezza essendo poca cosa, ma la sincerità con cui è nato spero che riesca a colmare un poco la distanza tra l'arte di un grande poeta e quella di un musicista emozionato.
Ho passato alcuni anni di silenzio ma le parole di Ungaretti mi hanno convinto ad uscire nuovamente allo scoperto. La musica è scarna, minimale…. un piano, una chitarra, un trio di archi e la mia voce che insegue con la melodia delle parole che sento fare ormai parte di me. Dal vivo tutto questo è immerso in alcune letture tratte da "La Confessione" di Tolstoy e da "Il Deserto Dei Tartari" di Buzzati; Ungaretti lega questo percorso letterario, un percorso che non voglio svelare ma che scoprirà chi lo vorrà ascoltare.
 
 

I clienti che hanno acquistato questo articolo hanno acquistato anche:

L'absence

Dopo l'album "Strong Currents" dello scorso anno (uscito a Maggio 2003 in tutta Europa e inspiegabilmente poco tempo fa in Italia), una raccolta di collaborazioni avvenute durante la carriera del nostro e rimaste finora nel cassetto, esce il nuovo lavoro del ...

  • Etichetta SANTERIA
  • Formato COMPACT DISC
  • Data uscita 19.01.2004
Total Entropy

PARALLELAMENTE ALLA SUA PRODUZIONE COME ATTRICE E REGISTA, ASIA ARGENTO NELL’ULTIMO DECENNIO HA SCRITTO ED INTERPRETATO UNA SERIE DI BRANI SIA IN INGLESE CHE IN FRANCESE ED ITALIANO. SONO PRESENTI NEL DISCO DI ASIA IMPORTANTI E PRESTIGIOSE COLLABORAZIONI: TIM BURGESS, ANTON NEWCOMBE, MUNK, ...

  • Etichetta NUUN RECORDS
  • Formato COMPACT DISC
  • Data uscita 03.06.2013
L'albero Pazzo

RISTAMPA RIMASTERIZZATA E CON INEDITO PER L’ALBUM DI CULTO DI ANDREA CHIMENTI FILE UNDER: CANTAUTORATO ITALIANO Dopo l'avventura coi Moda, Andrea Chimenti ha intrapreso la carriera solista esordendo con "La maschera del corvo nero e altre storie" (1992). Il Consorzio ...

  • Etichetta SANTERIA
  • Formato COMPACT DISC
  • Data uscita 19.03.2007
 
« | Indietro