Ricerca:
Lingue: Italiano English
 
BLUE WILLA

Blue Willa

Prezzo: € 11,90
  • Etichetta TROVAROBATO
  • Formato COMPACT DISC
  • Data uscita 21.01.2013
  • BarCode 8016670101567
 
SIAMO LIETI DI PRESENTARVI IL DEBUTTO OMONIMO DEI BLUE WILLA, UN PROGETTO DESTINATO A LASCIARE UN SEGNO IMPORTANTE NEL PANORAMA MUSICALE INDIPENDENTE ITALIANO. SI TRATTA DI UN DEBUTTO, MA I BLUE WILLA SONO UNA CREATURA CHE NASCE DALLA LUNGA MILITANZA UNDERGROUND A NOME BABY BLUE
PRODUCE MISS CARLA BOZULICH (EVANGELISTA)
 
FILE UNDER: POST PUNK / ROCK / NOISE / CABARET / BLUES
 
Siamo lieti di presentarvi il debutto omonimo dei Blue Willa, un progetto destinato a lasciare un segno importante nel panorama musicale indipendente italiano. Si tratta di un debutto, ma i Blue Willa sono una creatura che nasce dalla lunga militanza underground di quattro musicisti che col nome Baby Blue per sette anni, tre dischi e centinaia di concerti si sono fatti le ossa nella scena musicale italiana. L’incubazione di questo progetto ha definito l’obiettivo comune su cui convergono i quattro differenti approcci dei componenti del gruppo: elementi e sentimenti punk, noise, folk, hardcore, cabaret, blues sono l’ossatura delle canzoni che ne scaturiscono. L’album è una produzione indipendente frutto della collaborazione tra il gruppo e La Famosa Etichetta Trovarobato.
 
Blue Willa è il fermo-immagine di qualcosa che è scaturito giorno per giorno, che è impossibile catturare (è quello che succede qui e ora durante i concerti) ma che con buona approssimazione si è provato a restituire in un formato compatto e riproducibile. Per questo la band ha cercato di coinvolgere un’artista con un orizzonte visionario stupefacente come Carla Bozulich, già alla testa di progetti ambiziosi come Evangelista, The Geraldine Fibbers, Scarnella, Ethyl Meatplow. Le affinità tra la band e Carla tracciano un percorso trasversale in costante movimento in una terra di mezzo tra Pixies e Diamanda Galás, Kurt Weill e Iggy Pop, echi di torride melodie mediterranee e richiami di nativi americani, paesaggi sonori solcati dalle fantasticherie di Edgar Allan Poe o Italo Calvino, rumori inquietanti, animali, campane, gitani, punk. Nei tanti anni vissuti a fianco di questi musicisti abbiamo aspettato a lungo questo momento, l’uscita del disco che potesse restituire a pieno l’emozione della loro musica e che trovasse un punto di equilibrio tra le loro diverse anime. Signori, il momento è arrivato: ecco a voi i Blue Willa, per noi una esperienza coinvolgente e totalizzante. Blue Willa, un buco nero che si nutre di emozione ed energia.
Il disco
La guida ammaliante di queste nuove undici canzoni è la voce di Serena Alessandra Altavilla, che volteggiando, stregata, si mescola con la voce tormentata e la chitarra nervosa e tagliente di Mirko Maddaleno: una bizzarra architettura tenuta insieme dalle ritmiche solide, pur rarefatte, suggerite dal bassista Lorenzo Maffucci e dal batterista Graziano Ridolfo. La ricerca di un suono che corrispondesse esattamente alle nuove idee ha previsto che la band chiedesse aiuto a una persona che amava incondizionatamente e per la quale intuiva la possibilità di una reale empatia. “Abbiamo chiamato Carla Bozulich - spiegano i Blue Willa - che avevamo incontrato a Firenze circa quattro anni prima, chiedendole di curare la produzione del nuovo album. Lei si è subito immedesimata nel progetto e attivata per avviare il lavoro”. “Abbiamo trascorso dieci giorni nella campagna emiliana – proseguono -, fianco a fianco con Carla e con il fonico Davide Cristiani. Carla si è presa a cuore le canzoni e i suoni, concedendosi anche come cantante e musicista in diversi momenti; ha proposto forme diverse e un nuovo immaginario che le raccogliesse; ha fatto sì che suonassero acquatiche, squillanti, capovolte: una specie di musica rock subacquea dagli anni Trenta. Questa musica si è quindi spostata alle pendici dell’Himalaya e successivamente a Parigi, dove è stata mixata e riequilibrata. Ci piace pensare che qualcosa di questi luoghi, così come qualcosa della nostra provincia, da cui queste canzoni sono scaturite, sia rimasto impigliato nella trama di questa musica”. Il disco è stato prodotto da Carla Bozulich e da lei registrato con Davide Cristiani presso il Bombanella Soundscapes di Maranello (MO) tra marzo e aprile 2012. Il mixaggio è stato realizzato da Carla Bozulich al Bombanella Soundscapes, a Dharamshala, India, e al Jitterbug Studio di Parigi nel maggio 2012. Elementi di registrazioni d’ambiente raccolte in India sono confluiti nel mixaggio finale. Il mastering è stato effettuato da Giovanni Versari presso La Maestà, Tredozio (FC) nel giugno 2012. Parte integrante del progetto è l’ artwork curato da Alessia Castellano.
Ignore the Noise in the Amp
E’ il video di circa 30 minuti che sarà visionabile gratuitamente tramite un link che si troverà all’interno delle copie fisiche del disco, da Gennaio 2013. Ignore the noise in the amp (or How Blue Willa made an album with Carla Bozulich) è un prodotto atipico, un short documentary, o un making of del debutto discografico dei Blue Willa. Diretto e girato da Pamela Maddaleno, costituisce un piccolo viaggio filmico, notturno, traballante e onirico all’interno del processo di creazione dei Blue Willa segnato dall’incontro con Carla Bozulich.
 
 
Lista brani:
1. Eyes Attention 2. Fishes 3. Tambourine 4. Moquette 5. Vent 6. Good Glue 7. Rabbits 8. Birds 9. Moan 10. Cruel Chain
 

I clienti che hanno acquistato questo articolo hanno acquistato anche:

Skogslandskap

Vàli è un progetto di NEO FOLK norvegese che ha attirato l’ attenzione dei fan delle sonorità nordiche con il debut album “Forlatt” del 2004, un lavoro realizzato con chitarra acustica, flauto e violoncello. Ecco adesso il secondo album ...

  • Etichetta AUERBACH
  • Formato COMPACT DISC
  • Data uscita 30.09.2013
Things We Lost

EP DI QUATTRO BRANI (QUATTRO IN FREE DOWNLOAD CON CODICE PER CHI ACQUISTA IL CD) DEL PROGETTO DI CARLO NATOLI COADIUVATO DA SEBASTIANO CATAUDO E SERGIO OCCHIPINTI   [ SICILIA ] Un anno passato tra Palermo, Roma e Ragusa, l’incontro con vecchi amici, il desiderio di ritrovarsi e al ...

Grappling Hooks

RISTAMPA DEL DEBUTTO CON L’AGGIUNTA DI UN CD BONUS CON REMIXES, B-SIDES E BBC SESSIONS FILE UNDER: PSYCH PROG ROCK   Grappling Hooks, l’album di debutto dei North Atlantic Oscillation, è stato realizzato lo scorso anno da Kscope. L’album fu accolto in modo ...

  • Etichetta KSCOPE
  • Formato DOPPIO CD
  • Data uscita 06.06.2011
Appearances Vol.1

...

  • Etichetta PROJEKT
  • Formato COMPACT DISC
  • Data uscita 01.03.2001
Unless

NUOVO ALBUM PER I LOSANGELINI CRESCENDO. “UNLESS” RAPPRESENTA UNA VERA CRESCITA PER IL TRIO, CHE SVILUPPA UN DREAMGAZE TRA SYNTH, CHITARRE GLACIALI E GROOVE TRASCINANTI, TRA SMITHS, RADIO DEPT, CRAFT SPELLS E WILD NOTHING. ORA ANCHE IN CD FILE UNDER: ALTERNATIVE / ...

  • Etichetta WWNBB
  • Formato COMPACT DISC
  • Data uscita 08.04.2016
Union

SAINT SAVIOUR È IL PROGETTO SOLISTA DI BECKY JONES, CO-AUTRICE E FRONT WOMAN NELL’ULTIMO LAVORO E NELL’ULTIMO TOUR DEI GROOVE ARMADA … UN ALBUM CHE FARÀ LA GIOIA DEGLI APPASIONATI DI KATE BUSH ED ELISABETH FRAZER   FILE UNDER: GROOVE ARMADA / POP / ...

  • Etichetta SURFACE AREA
  • Formato COMPACT DISC
  • Data uscita 02.07.2012
 
« | Indietro