Ricerca:
Lingue: Italiano English
 
BLUE WILLA

Blue Willa

Prezzo: € 11,90
  • Etichetta TROVAROBATO
  • Formato COMPACT DISC
  • Data uscita 21.01.2013
  • BarCode 8016670101567
 
SIAMO LIETI DI PRESENTARVI IL DEBUTTO OMONIMO DEI BLUE WILLA, UN PROGETTO DESTINATO A LASCIARE UN SEGNO IMPORTANTE NEL PANORAMA MUSICALE INDIPENDENTE ITALIANO. SI TRATTA DI UN DEBUTTO, MA I BLUE WILLA SONO UNA CREATURA CHE NASCE DALLA LUNGA MILITANZA UNDERGROUND A NOME BABY BLUE
PRODUCE MISS CARLA BOZULICH (EVANGELISTA)
 
FILE UNDER: POST PUNK / ROCK / NOISE / CABARET / BLUES
 
Siamo lieti di presentarvi il debutto omonimo dei Blue Willa, un progetto destinato a lasciare un segno importante nel panorama musicale indipendente italiano. Si tratta di un debutto, ma i Blue Willa sono una creatura che nasce dalla lunga militanza underground di quattro musicisti che col nome Baby Blue per sette anni, tre dischi e centinaia di concerti si sono fatti le ossa nella scena musicale italiana. L’incubazione di questo progetto ha definito l’obiettivo comune su cui convergono i quattro differenti approcci dei componenti del gruppo: elementi e sentimenti punk, noise, folk, hardcore, cabaret, blues sono l’ossatura delle canzoni che ne scaturiscono. L’album è una produzione indipendente frutto della collaborazione tra il gruppo e La Famosa Etichetta Trovarobato.
 
Blue Willa è il fermo-immagine di qualcosa che è scaturito giorno per giorno, che è impossibile catturare (è quello che succede qui e ora durante i concerti) ma che con buona approssimazione si è provato a restituire in un formato compatto e riproducibile. Per questo la band ha cercato di coinvolgere un’artista con un orizzonte visionario stupefacente come Carla Bozulich, già alla testa di progetti ambiziosi come Evangelista, The Geraldine Fibbers, Scarnella, Ethyl Meatplow. Le affinità tra la band e Carla tracciano un percorso trasversale in costante movimento in una terra di mezzo tra Pixies e Diamanda Galás, Kurt Weill e Iggy Pop, echi di torride melodie mediterranee e richiami di nativi americani, paesaggi sonori solcati dalle fantasticherie di Edgar Allan Poe o Italo Calvino, rumori inquietanti, animali, campane, gitani, punk. Nei tanti anni vissuti a fianco di questi musicisti abbiamo aspettato a lungo questo momento, l’uscita del disco che potesse restituire a pieno l’emozione della loro musica e che trovasse un punto di equilibrio tra le loro diverse anime. Signori, il momento è arrivato: ecco a voi i Blue Willa, per noi una esperienza coinvolgente e totalizzante. Blue Willa, un buco nero che si nutre di emozione ed energia.
Il disco
La guida ammaliante di queste nuove undici canzoni è la voce di Serena Alessandra Altavilla, che volteggiando, stregata, si mescola con la voce tormentata e la chitarra nervosa e tagliente di Mirko Maddaleno: una bizzarra architettura tenuta insieme dalle ritmiche solide, pur rarefatte, suggerite dal bassista Lorenzo Maffucci e dal batterista Graziano Ridolfo. La ricerca di un suono che corrispondesse esattamente alle nuove idee ha previsto che la band chiedesse aiuto a una persona che amava incondizionatamente e per la quale intuiva la possibilità di una reale empatia. “Abbiamo chiamato Carla Bozulich - spiegano i Blue Willa - che avevamo incontrato a Firenze circa quattro anni prima, chiedendole di curare la produzione del nuovo album. Lei si è subito immedesimata nel progetto e attivata per avviare il lavoro”. “Abbiamo trascorso dieci giorni nella campagna emiliana – proseguono -, fianco a fianco con Carla e con il fonico Davide Cristiani. Carla si è presa a cuore le canzoni e i suoni, concedendosi anche come cantante e musicista in diversi momenti; ha proposto forme diverse e un nuovo immaginario che le raccogliesse; ha fatto sì che suonassero acquatiche, squillanti, capovolte: una specie di musica rock subacquea dagli anni Trenta. Questa musica si è quindi spostata alle pendici dell’Himalaya e successivamente a Parigi, dove è stata mixata e riequilibrata. Ci piace pensare che qualcosa di questi luoghi, così come qualcosa della nostra provincia, da cui queste canzoni sono scaturite, sia rimasto impigliato nella trama di questa musica”. Il disco è stato prodotto da Carla Bozulich e da lei registrato con Davide Cristiani presso il Bombanella Soundscapes di Maranello (MO) tra marzo e aprile 2012. Il mixaggio è stato realizzato da Carla Bozulich al Bombanella Soundscapes, a Dharamshala, India, e al Jitterbug Studio di Parigi nel maggio 2012. Elementi di registrazioni d’ambiente raccolte in India sono confluiti nel mixaggio finale. Il mastering è stato effettuato da Giovanni Versari presso La Maestà, Tredozio (FC) nel giugno 2012. Parte integrante del progetto è l’ artwork curato da Alessia Castellano.
Ignore the Noise in the Amp
E’ il video di circa 30 minuti che sarà visionabile gratuitamente tramite un link che si troverà all’interno delle copie fisiche del disco, da Gennaio 2013. Ignore the noise in the amp (or How Blue Willa made an album with Carla Bozulich) è un prodotto atipico, un short documentary, o un making of del debutto discografico dei Blue Willa. Diretto e girato da Pamela Maddaleno, costituisce un piccolo viaggio filmico, notturno, traballante e onirico all’interno del processo di creazione dei Blue Willa segnato dall’incontro con Carla Bozulich.
 
 
Lista brani:
1. Eyes Attention 2. Fishes 3. Tambourine 4. Moquette 5. Vent 6. Good Glue 7. Rabbits 8. Birds 9. Moan 10. Cruel Chain
 

I clienti che hanno acquistato questo articolo hanno acquistato anche:

Rheingold

IL GENIO DELL’ AVANGUARDIA TEDESCA CON LA CANTANTE DEI DEAD CAN DANCE !   KLAUS SCHULZE è uno degli artisti più famosi della scena tedesca, un pioniere della MUSICA ELETTRONICA e dell’ AVANGUARDIA, un visionario ed un sognatore. Uno dei suoi sogni artistici era ...

Green To Blue

NUOVO ALBUM PER I REDIVIVI BREATHLESS REALIZZATO CON L’AIUTO IN CABINA DI REGIA DI KRAMER (BUTTHOLE SURFERS, GALAXIE 500 E LOW) E CON LA COLLABORAZIONE DI IVO WATTS-RUSSELL (THIS MORTAL COIL), TRISTRAM LATIMER SAYER (BATTERISTA ORIGINALE DEI BREATHLESS) E HEIDI BERRY. I GENITORI DI BEACH ...

  • Etichetta TENOR VOSSA
  • Formato 2 LP
  • Data uscita 17.12.2012
Radiant

...

  • Etichetta DEPENDENT
  • Formato COMPACT DISC
  • Data uscita 27.10.2014
Fluttarn

SECONDO ALBUM DEI C+C=MAXIGROSS, CHE CON “FLUTTARN” CHIUDONO UNA TRILOGIA DI DISCHI INIZIATA NEL 2011. 3 ANNI DI INTENSE ATTIVITÀ LIVE IN EUROPA E NEL MONDO HANNO DATO VITA A UN DISCO PSYCH-FOLK DENSO DI RICORDI, ESPERIENZE ED EMOZIONI REALI. FILE UNDER: FOLK / PSYC-FOLK ...

  • Etichetta TROVAROBATO
  • Formato COMPACT DISC
  • Data uscita 13.11.2015
The Slideshow Effect

[…] UN ESORDIO NOTEVOLE CHE NON DEVE SFUGGIRE AGLI AMANTI DELL'ANIMA PIÙ GENTILE E DELICATA DEL POP, CARATTERIZZATO DA UNA TRANQUILLITÀ E DELICATEZZA DI FONDO QUASI 'DA CAMERA' MA RESO AVVINCENTE E MAI STATICO GRAZIE AD UN'OTTIMA ABILITÀ NEL COMPORRE TRAME MELODICHE ...

  • Etichetta SUB POP
  • Formato COMPACT DISC
  • Data uscita 27.02.2012
Wish I Was Here

“WISH I WAS HERE” È IL NUOVO ALBUM DEI MICATONE, PER LA PRIMA VOLTA LISA BASSENGE E LA SUA BAND HANNO REGISTRATO IL MATERIALE INTERAMENTE LIVE PER OTTENERE UN SUONO PIÙ RUVIDO, CALDO ED ORGANICO; UN SOUND PROFONDO E MATURO CHE NON PUÒ LASCIARE ...

Kilometri

GLI AMARI SONO FANTASTICAMENTE IN FORMA, E I CHILOMETRI PERCORSI SEMBRANO AVERLI TEMPRATI, E CAMBIATI, AL PUNTO GIUSTO. DOPO TRE ANNI DI SILENZIO DAL FORTUNATO E ANGLOFONO “POWERI” (CON RELATIVI PASSAGGI ALLA BBC E NELLE PLAYLIST DI MOSTRI SACRI COME EROL ALKAN), I NOSTRI TORNANO ALLA ...

  • Etichetta RIOTMAKER
  • Formato COMPACT DISC
  • Data uscita 21.01.2013
 
« | Indietro