Ricerca:
Lingue: Italiano English
 
COLTRANE, ALICE

World Spirituality Classics Vol.1

Prezzo: € 16,90
  • Etichetta LUAKA BOP
  • Formato COMPACT DISC
  • Data uscita 05.05.2017
  • BarCode 680899008723

UNA VITA TRIBOLATA E DOLOROSA HA AVVICINATO LA STRAORDINARIA ALICE COLTRANE AL MONDO INDUISTA. NEL 1° CAPITOLO DI “WORLD SPIRITUALITY CLASSICS” VENGONO PRESENTATE ALCUNE MUSICHE CREATE DA LEI MIXANDO GOSPEL, MUSICHE DA MEDITAZIONE INDIANA E INEDITI CANTATI

FILE UNDER: FOLKLORE / INDIAN / MEDITATION

Come molti sanno, Alice Coltrane è stata una leggendaria pianista, compositrice, leader spirituale e moglie di John Coltrane, il più amato e influente sassofonista della storia del jazz. Nel 1967, 4 anni dopo aver incontrato John, l’uomo è morto di cancro al fegato, lasciando Alice vedova e con 4 figli piccoli. Privata della sua anima gemella, Alice ha passato notti insonni e ha perso molto peso, arrivando quasi a 40 kg. Ha avuto allucinazioni nelle quali gli alberi parlavano, strani esseri esistenti su piani astrali, e il suono di un “etere planetario” le martellava il cervello, bussando al suo – ormai terrorizzato – subconscio. Il momento clou di questo periodo non è stato, per Alice, raggiungere il punto più basso della sua esistenza, quanto piuttosto sperimentare queste tapas, un periodo vitale di sperimentazioni. Queste tapas (termine sanscrito usato per descrivere la sofferenza) ha aiutato Alice a prepararsi a quella spiritualità trovata in Swami Satchidananda, un guru indiano, con il quale Alice ha fatto il suo primo viaggio in India. Nel suo secondo viaggio lì, Alice ha avuto una rivelazione, per la quale ha lasciato la sua vita di sempre per diventare una guida spirituale nella tradizione Hindu, migrando verso ovest e aprendo lo Shanti Anantam Ashram in California. La musica è parte fondamentale della pratica spirituale di Alice. Dalla metà degli anni ’80 alla metà degli anni ’90, Alice Coltrane ha autoprodotto 4 stupefacenti album su cassetta. Queste cassette contengono musica creata da lei, ispirata dai cori gospel delle chiese di Detroit in cui è cresciuta mixata assieme alla musica devota indiana, e nelle quali Alice canta per la prima volta. Originariamente disponibili solo attraverso il suo ashram, sono forse il suo lavoro più oscuro e al tempo stesso, la più grande vetrina sulla sua anima mai incisa.

 
« | Indietro