Ricerca:
Lingue: Italiano English
 
DEAF WISH

Lithium Zion

Prezzo: € 14,90
  • Etichetta SUB POP
  • Formato COMPACT DISC
  • Data uscita 27.07.2018
  • BarCode 098787124620

QUINTO LAVORO IN STUDIO (SECONDO SU SUB POP) PER GLI AUSTRALIANI DEAF WISH

C’è un’intrinseca pecca nella perenne diatriba “il rock è tornato” e “il rock è morto”: entrambi i concetti si basano sull’idea che la musica rock sia un qualcosa di logico che una persona decide consapevolmente di fare. Al contrario dei critici che cercano di capire mode e movimenti culturali, la decisione di suonare un guitar-rock forte, distorto e sfacciato non è una mossa strategica, ma una chiamata dall’alto. Pochi gruppi però oggigiorno incarnano questo spirito come gli australiani Deaf Wish. “Lithium Zion” è il loro quinto album (il secondo per Sub Pop dopo il loro “Pain” del 2015), e sebbene sia raro che il quinto album di una band sia il loro migliore, potrebbe decisamente essere il più interessante. I precedenti dischi sono stati registrati in studi improvvisati – perfetti per catturare l’essenza dei loro riff azzardati, le voci accattivanti e i fieri ritmi così come venivano – ma questo disco suona più professionale senza perdere la sua grinta e potenza. Il disco apre con ‘Easy’, un languido rock che segue la ricca tradizione di gruppi australiani come X e Scientists. ‘The Rat Is Back’ è intensa ed epica, mentre ‘Lithium Zion’ è un concentrato di energia garage-punk e pathos post-punk. Come sempre, l’intero gruppo condivide gli sforzi canori, compreso il batterista Daniel Twomey. Deaf Wish è un gruppo destinato a scrivere canzoni al tempo stesso sciocche e sublimi, vulnerabili e feroci, e a suonarle con la giusta intensità.

Lista brani:
1. Easy
2. FFS
3. Metal Carnage
4. The Rat Is Back
5. Ox
6. Hitachi Jackhammer
7. Lithium Zion
8. Deep Blue Cheated
9. Birthday
10. Afraid for You
11. Smoke
 
« | Indietro