Ricerca:
Lingue: Italiano English
 
MISS MOG

Federer

Prezzo: € 9,90
“FEDERER” È IL NUOVO ALBUM DEI MISS MOG, FORMAZIONE SYNTH POP FUORI DALL’ORDINARIO, CAPACE DI UN CANTAUTORATO INTIMO E PUNGENTE CON MELODIE IMPOSSIBILI DA TOGLIERE DALLA TESTA
FILE UNDER: POP / SYNTH / ELECTRO
[ VENEZIA ] I Miss Mog sono un gruppo che non sai bene come prendere. Apparentemente potrebbero sembrare l'ennesima formazione synth-pop, con peculiarità tipo quella di non amare i bpm troppo accelerati ma di giocarsela su variazioni raffinate di un suono gustosamente vintage, di prediligere un songwriting d'alta fattura, spesso velato d'ironia, e di cercare trovate melodiche capaci di infilarsi in un attimo sottopelle. Poi, ascolto dopo ascolto, dalle loro canzoni emerge un carattere da osservatori attenti, quasi da entomologi sociali verrebbe da dire, che fa di “Federer” una piccola grande raccolta di fotografie in formato canzone del nostro presente, con il beat che spinge quanto basta, giù lungo il crinale esistenziale delle vite di ognuno. Poiché in fondo di questo parla “Federer”: di noi, come individui e come collettività. E lo fa con una leggerezza pensante che – anche grazie alla produzione di Beppe Calvi – diventa arguzia di dettagli e strutture popular architettonicamente calcolate su un suono ricco di tastiere e sequenze che sa essere retrò e anche moderno (anzi: modernista). Ma pure abilità nel costruire canzoni che ti ritrovi a cantare in automobile o sotto la doccia e scopri che parlano di te e in fondo ciò non è poi tanto bello. Il tutto all'ombra dell'unico mito imbattibile – ma che tutti i tennisti nascostamente hanno sogna di battere – del nostro tempo. “Federer” è un disco di songwriting electro come raramente capita di incontrarne che ha la leggerezza di una piuma dai colori settantiani e che si posa sulla nostra pelle sfregandola come in una tortura esistenzialista malinconica e confortante, ironica e dolceamara, ma sempre così (terribilmente) pop.
 
 
« | Indietro