Ricerca:
Lingue: Italiano English
 
DIAGRAMS

Dorothy

Prezzo: € 12,50
  • Etichetta BOOKSHOP RECORDS
  • Formato COMPACT DISC
  • Data uscita 12.05.2017
  • BarCode 5053760027720

DALLA COLLABORAZIONE TRA DIAGRAMS/SAM GENDERS (TUNNG) E LA POETESSA 90ENNE DOROTHY TROGDON NASCE “DOROTHY”, L’ALBUM PIÙ TRADIZIONALMENTE FOLK DELL’ARTISTA BRITANNICO.

TRASFORMANDO LE POESIE DI DOROTHY IN MUSICA, DIAGRAMS HA DATO VITA A UN DISCO CHE PARLA A TUTTI, SUPERANDO LE BARRIERE GENERAZIONALI E ILLUSTRANDO MERAVIGLIOSI PANORAMI SONORI CHE ESPLORANO SCIENZA, SPAZIO, DISTANZE E TEMPO.

FILE UNDER: FOLK / ACOUSTIC   

 

Com’è possibile che un uomo e una donna, che vivono separati da oceani e dalla parte opposta del mondo, e le cui età si differenziano per generazioni, possano essere uniti da una visione simile? In “Dorothy”, il progetto Diagrams di Sam Genders e la poetessa 90enne dello stato di Washington, Dorothy Trogdon, esplorano scienza e natura in una sorprendente collaborazione. È un bellissimo album che esplora spazio, distanze e tempo, e mostra che c’è molto da imparare dalle altre generazioni.

“Non sono mai stato coinvolto in un progetto come questo, ma è stata una delle esperienze musicali più ispirate di sempre” ricorda Sam. “Dorothy ed io abbiamo scritto di natura, dei nostri universi interiori, di dubbi e insicurezze, e ad entrambi piace toccare argomenti scientifici. Sentivo che lei riusciva a capire quegli occasionali sentimenti di confusione nei confronti della vita, anche se condividevamo un senso di meraviglia e gratitudine per la stessa grazie alle esperienze che abbiamo vissuto”.

Quando Sam ha letto per la prima volta il libro di Dorothy, Tall Woman Looking, non sapeva che di lì a 2 anni, lui e la poetessa della Orcas Island avrebbero scritto e registrato un intero disco insieme. Commosso dal modo di scrivere di Dorothy, era riuscita a catturare perfettamente temi come quelli esplorati da Sam nel 2015 con “Chromatics”, nel suo debutto “Black Light” del 2011 e in altri progetti folk-electro come Tunng. “Prima di conoscerla, ho trasformato una delle poesie di Dorothy in una canzone. Mi ha dato la spinta necessaria per contattarla e chiederle di lavorare assieme per la stesura di alcuni nuovi brani. Il progetto è nato da lì” spiega Sam. “Incontrare Dorothy è stato eccitante, ma ero un po’ nervoso all’inizio. Mi sembrava fossimo diventati amici attraverso le nostre email e le canzoni; ho davvero sperato che quella connessione divenisse reale nel momento in cui ci saremmo incontrati. Lei è gentile, modesta, e inizialmente abbastanza sulle sue, ma dopo aver passato del tempo assieme non posso che descriverla come gioviale e fieramente intelligente”.

Mettere le sue poesie in musica è stata un’esperienza nuova per Dorothy. Sebbene la poetessa e Sam fossero estranei alle fusioni musicali e poetiche fino ad allora, condividevano una forte attrazione per l’astratto e la sua esplorazione; “Quando Sam mi ha scritto, ho capito subito che avrei affidato il mio lavoro a ottime mani” racconta Dorothy. “Ci capivamo a vicenda, eravamo compatibili in molte forme di espressione. Quando finalmente ci siamo incontrati in Orcas Island, così lontani dall’Inghilterra, la nostra amicizia si è approfondita. Le mie poesie erano nel mondo alla ricerca di un lettore, e hanno incontrato Sam, che ha risposto con la sua musica, e da lì è nata la conversazione. E fondamentalmente è così che nascono tutte le creazioni”.

Un album di melodie dolorose, testi ponderati e affascinanti arrangiamenti che appaiono come frammenti di tempo, “Dorothy” è, forse, il capitolo più tradizionale nel loro cantautorato. È una ricca raccolta di brani folk che, combinati a un’ampia gamma di espedienti sonici, accendono le melodie come in una scintillante reazione chimica.

Messo insieme in una meticolosa sessione di 4 giorni nello studio del batterista Rob Wilks nel Kent, “Dorothy” presenta arrangiamenti di Kelly Pratt (St Vincent, David Byrne, Arcade Fire, Beirut) suonati dai Diagrams al completo (Sam Ewens, Danyal Dhondy e Astra Forward).

“Per me Dorothy parla di ispirazione e del senso di meraviglia per il mondo attorno e dentro noi”.

Lista brani:
1. Under the Graphite Sky 2. It's Only Light 3. I Tell Myself 4. Everything 5. Motherboard 6. Crimson Leaves 7. Wild Grasses 8. Winter River 9. Under the Graphite Sky (poem)
 
« | Indietro